Mediazione familare

Tra le attività svolte dallo studio va annoverata anche la lunga esperienza di  mediazione familiare* intesa ad assistere persone che affrontano importanti crisi delle relazioni – circostanze di infedeltà, separazione, divorzio, abbandono, patti non rispettati e discordie di ogni genere, anche nella famiglia allargata – promuovendo la conciliazione* attraverso scelte adeguate alla migliore tutela dei figli, dei soggetti meno abbienti, dei disabili e degli anziani, eventualmente coordinandosi, nel rispetto della riservatezza, con istituzioni interessate agli atti, tra le quali, Tribunale, assistenza sociale, sanità pubblica.

* Secondo la legge. (D.Lgs 4 marzo 2010, n. 28).
Mediazione è “l’attività, comunque denominata, svolta da un terzo imparziale e finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa”.
Mediatore è “la persona o le persone fisiche che, individualmente o collegialmente, svolgono la mediazione rimanendo prive, in ogni caso, del potere di rendere giudizi o decisioni vincolanti per i destinatari del servizio medesimo”.
Da tali concetti si può derivare la conciliazione come “composizione di una controversia a seguito dello svolgimento della mediazione“.